Il nostro olio esiste dal 1870, l’Italia era nata da appena 5 anni. Ne abbiamo dovute affrontare molte di situazioni difficili in più di cento anni: due guerre mondiali, grandi crisi planetarie, crisi del petrolio, siccità. Ma il nemico più insidioso si è presentato sotto forma di piccolissimo batterio e sta mettendo in grandissima difficoltà il nostro settore. Tanti frantoi hanno dovuto chiudere.

Noi resistiamo, non possiamo fare diversamente. Lo dobbiamo a chi ci ha preceduto, ai nostri clienti, ai nostri dipendenti e anche ai nostri colleghi che purtroppo non ce l’hanno fatta. Lo dobbiamo alla nostra terra che ci ha dato così tanto. 

Con un po’ di lungimiranza e di fortuna (non guasta mai) siamo stati risparmiati dalla xylella perché la maggior parte dei nostri alberi è della varietà Leccino che resiste al batterio. E così in questi anni abbiamo continuato la produzione del nostro olio.

Oggi con l’olio extravergine di oliva #Ioresisto vogliamo dire a tutti che siamo qua, pronti a guardare al futuro col cuore pieno di speranza, come lo guardò Giovanni D’Amato più di 100 anni fa.